CAMPIONATO
COPPA ITALIA

Regolamento campionato

Articolo 1 - Presentazione e durata
Scopo del gioco è di guidare una fantasquadra, formata da giocatori veri del campionato italiano di Serie A, alla conquista dello scudetto di lega al termine del fantacampionato che si svolge per una durata di 35 giornate.

Articolo 2 - Rose
La rosa di ciascuna squadra è composta da 25 giocatori suddivisi in 3 portieri, 8 difensori, 8 centrocampisti, 6 attaccanti. Il terzo portiere, che verrà assegnato gratuitamente a ogni fantasquadra, dovrà obbligatoriamente appartenere alla squadra di uno dei due già acquistati.

Articolo 3 - Formula
Le fantasquadre si scontreranno in partite di andata e ritorno per due volte più un quinto giro in campo neutro.

Articolo 4 - Mercato iniziale e di riparazione
A inizio stagione si fa il calciomercato per il quale ogni fantasquadra riceve 2000 crediti ai quali andranno ad aggiungersi i crediti avanzati la stagione precedente. A turno ogni fantasquadra chiama un giocatore da mettere all'asta. In alternativa può passare, proporre prestiti o scambi o cercare di vendere un suo giocatore. Prima di iniziare il mercato vero e proprio con le chiamate si fa un giro in cui ognuno può vendere o prestare giocatori per fare cassa. Sono consentite solo vendite o prestiti in cambio di crediti, non si possono includere giocatori. Le trattative devono chiudersi entro la fine del giro. I giocatori messi in vendita e non voluti da nessuno possono comunque essere venduti successivamente. L'allenatore che riceve offerte non è obbligato ad accettare le offerte, ha sempre l'ultima parola. Al primo giro del mercato invece è obbligatorio chiamare un giocatore, non si può fare altro. Il taglio di un giocatore può e deve essere fatto solo dopo l'acquisto di un altro giocatore. Se una fantasquadra compra un giocatore ma non ha i soldi per pagarlo, l'asta viene ripetuta ma la fantasquadra non può parteciparvi.
Durante l'asta per i giocatori ogni squadra potrà effettuare un rilancio che deve essere almeno pari a 1 credito. Ogni fantasquadra può inoltre tenere un numero illimitato di giocatori della rosa dell'anno precedente pagando un prezzo fisso di 5 crediti per ogni difensore o portiere, 10 crediti per ogni centrocampista, 15 crediti per ogni attaccante.
Se a fine mercato una fantasquadra non ha i soldi per tenere i giocatori vecchi deve vendere i giocatori in rosa fino a coprire il debito. Deve poi ricomprare giocatori sufficienti per completare la rosa. I giocatori venduti possono essere comprati anche da fantasquadre che hanno già dichiarato di aver finito il loro mercato. Quando tutte le squadre sono complete si dichiara il terzo portiere. Ogni squadra rimette sul mercato il portiere in suo possesso che non vuole confermare per poi eventualmente riprenderlo a costo zero. Se però il portiere messo sul mercato interessa a qualche altra squadra si fa la normale asta per vedere chi se lo aggiudica. Se una squadra decide di non mettere il terzo portiere sul mercato ma vuole confermarlo direttamente allora dovrà pagare i 5 crediti necessari per trattenerlo in rosa.
Il mercato di riparazione ha luogo entro le prime due domeniche di febbraio e non verranno aggiunti crediti ai capitali delle fantasquadre.
In entrambi i mercati sono possibili vendite di giocatori e prestiti tra fantasquadre sempre nel rispetto del numero massimo di giocatori in rosa. Il mercato iniziale si fa con la lista più aggiornata possibile della Gazzetta e si possono trattare i soli giocatori segnati sulla lista senza eccezioni. Per i portieri si considera valida la squadra di appartenenza indicata sulla lista.

Articolo 5 - Mercato libero
Se il mercato iniziale avviene quando il mercato di Serie A è aperto, il mercato libero inizia prima della 1a giornata, altrimenti comincia tra la 1a e la 2a giornata. Si svolge inviando un messaggio al cellulare della lega entro e non oltre le ore 23 del giorno precedente la prima partita della giornata di Serie A (solitamente il venerdì). L'offerta deve essere completa di giocatore richiesto, crediti offerti (minimo 1), giocatore da tagliare. In caso di invio di più offerte al cellulare, l'ultima arrivata sarà quella valida. Le offerte incomplete o in ritardo non verranno accettate. Il mercato libero dura tutta la stagione. ATTENZIONE: Da quando la serie A fa la pausa natalizia a quando ci si incontra per il mercato di febbraio, la lista per gli acquisti nel mercato libero è sempre quella relativa all'ultima giornata giocata prima della pausa. Quindi i giocatori che dovessero arrivare a gennaio NON sono acquistabili alle buste. Per le cessioni obbligatorie invece ci si attiene alla lista aggiornata.

Articolo 6 - Giocatori che escono dalla lista
Se un giocatore di Serie A esce dalla lista ufficiale viene subito considerato perso e, se ritorna in lista nella stessa stagione, non appartiene più alla squadra che lo aveva, è libero sul mercato e acquistabile da chiunque alla prima occasione (indipendentemente se sia una busta o un mercato di riparazione). Nel caso in cui i tre portieri della rosa diventino giocatori di tre squadre diverse, se il presidente non sistema la situazione al primo mercato disponibile, il portiere che ha cambiato squadra viene considerato automaticamente libero sul mercato e non può essere schierato dalla squadra che lo ha.

Articolo 7 - Prestiti e Scambi
Le squadre possono scambiare giocatori tramite prestiti. Ogni prestito può terminare al mercato invernale o a fine stagione. I giocatori prestati non possono tornare alla propria squadra prima del termine del prestito e non possono essere tagliati dalla squadra che li ha acquisiti a meno che un giocatore prestato vada in serie inferiori o all'estero e rientri nella casistica spiegata all'articolo 6.
Gli scambi iniziano insieme al mercato libero. Quando due squadre raggiungono l'accordo per uno scambio di giocatori (che devono essere dello stesso ruolo) devono pubblicare la trattativa sul sito entro il venerdì. Al momento della pubblicazione lo scambio si considera concluso, tuttavia gli altri presidenti avranno tempo fino alla mezzanotte del giovedì successivo per entrare nella trattativa. Se allo scoccare della mezzanotte del giovedì nessuno ha modificato lo scambio, i giocatori cambiano squadra e possono essere usati nel primo turno di campionato disponibile. Gli scambi possono includere anche i crediti e possono essere sotto forma di prestiti. I giocatori prestati dopo uno scambio non possono essere girati ad altre squadre. I giocatori invece scambiati definitivamente non possono tornare alle squadre originarie fino al termine della stagione. Quando una trattativa è pubblicata significa che le due squadre hanno deciso, se nessun altro presidente si intromette, non si può ripensarci e annullare lo scambio in nessun caso.
Se uno scambio viene ufficializzato ma uno dei giocatori in ballo si infortuna o esce dalla lista Gazzetta, lo scambio viene completato ugualmente. La squadra che prende il giocatore infortunato o fuori dalla lista dovrà adeguarsi e se necessario cambiare il giocatore alla prima busta possibile.

Articolo 8 - Sanzioni
Se una fantasquadra fa un'offerta diversa da quella obbligatoria, paga l'offerta fatta senza ottenere il giocatore richiesto. Se non fa offerte nella settimana contravvenendo alla regola dei tre portieri, non potrà utilizzare nelle domeniche successive il portiere che ha creato il problema fino al suo cambio.
I giocatori acquistati e utilizzati contro le regole del taglio obbligatorio, verranno rimessi sul mercato, i soldi comunque trattenuti alla fantasquadra in errore, e verranno ricalcolati i punteggi delle partite in cui questi giocatori sono stati schierati senza poterli sostituire con la panchina.

Articolo 9 - Formazioni
Per ogni partita le fantasquadre devono schierare 11 giocatori titolari e 8 giocatori in panchina. I giocatori in panchina devono essere due per ruolo. In caso di una formazione manchevole di uno o più elementi si procederà d'ufficio a rimpiazzare i titolari mancanti con i giocatori presenti in panchina fino al loro esaurimento, inserendoli cominciando dal portiere e poi passando nell'ordine al difensore, al centrocampista e all'attaccante, rispettando i moduli regolamentari. I cambi consentiti sono 3 + il portiere. Le formazioni dovranno essere comunicate al responsabile di lega entro l'inizio della prima partita della giornata di campionato. In caso di mancata comunicazione verrà utilizzata la formazione della giornata precedente anche se la settimana precedente era stata riutilizzata la formazione della giornata ancora prima. Nel caso in cui una formazione dovesse contenere più o meno di 11 giocatori titolari, verrà utilizzata la formazione della settimana precedente. Se invece un giocatore viene schierato sia titolare che riserva, viene considerato come titolare e in panchina ci sarà un giocatore in meno. Se la panchina non viene comunicata completamente (ma i titolari sì) si useranno per i cambi solo i giocatori indicati. Se un presidente non comunica la formazione alla prima giornata totalizza automaticamente 0 fantapunti per ogni giornata fino a quando non comunica una formazione, pertanto può al massimo pareggiare 0-0.

Articolo 10 - Moduli regolamentari
Per rientrare nei moduli regolamentari ogni fantasquadra deve assumere uno schieramento che preveda 1 portiere, minimo 3 e massimo 7 difensori, minimo 2 e massimo 6 centrocampisti, minimo 1 e massimo 3 attaccanti. Qualora la fantasquadra non disponesse dei giocatori necessari, giocherà l'incontro con meno titolari.

Articolo 11 - Calcolo dei risultati
Per determinare il risultato di una partita verranno sommati i voti Gazzetta ottenuti dai giocatori titolari ai quali andranno applicati i bonus e i malus in base alle loro prestazioni in campo. Ai totali ottenuti verrà applicata la seguente tabella di conversione:

meno di 66 punti
da 66 a 71,5 punti
da 72 a 77,5 punti
da 78 a 83,5 punti
ogni 6 punti in più
0 gol
1 gol
2 gol
3 gol
+1 gol

Articolo 12 - Bonus e malus
Fattore campo: +2 punti per chi gioca in casa
Ammonizione: -0,5
Espulsione: -1
Autorete: -2
Gol fatto: +3
Assist: +1
Rigore parato: +3
Rigore sbagliato: -3
Gol subito: -1
s.v. o n.g.: vale 6 in tutti i casi solo per i portieri
Se un giocatore di movimento viene valutato s.v. ha diritto a un voto pari a 6 solo se segna un gol (6+3), ha invece diritto a un voto pari a 5 se sbaglia un rigore (5-3), se viene espulso dal campo (5-1) o se fa autorete (5-2).
Se un giocatore viene espulso dalla panchina e non ha giocato o ha preso s.v., il suo voto diventa 4 (4-1). L'ammonizione dalla panchina viene considerata solo se il giocatore ha preso voto.
Se un rigore viene 'calciato' facendo un passaggio a un compagno, il rigore non viene considerato sbagliato e in caso di gol del compagno, il tiratore del rigore ottiene il bonus per l'assist.
Articolo 13 - Partite interrotte o rinviate
Se una partita rinviata viene recuperata prima che inizi la giornata di serie A successiva, questo articolo non viene applicato, si considera la partita come un qualsiasi posticipo.
Partita mai iniziata e rinviata:
si aspetta il recupero per assegnare il voto ai giocatori interessati. Se questi giocatori non partecipassero al recupero o comunque non fossero giudicati, si ricorrerebbe alla panchina e, qualora questa non fosse disponibile, si assegnerebbe ai giocatori un voto pari a 6. Se la partita non viene recuperata ma decisa a tavolino si ricorre alla panchina e, qualora questa non fosse disponibile, si assegna ai giocatori un voto pari a 6.
Partita sospesa e non recuperabile (ad esempio le partite sospese per incidenti):
si deve attendere il giudice sportivo e vedere il comportamento della Gazzetta. Il giudice sportivo può omologare il risultato della gara o dare la vittoria a tavolino. In caso di vittoria a tavolino eventuali voti dati dalla Gazzetta e tutti i bonus o malus vengono annullati e si segue la regola del giocatore non giudicato per i soli giocatori presenti nel tabellino della Gazzetta in campo o in panchina. Se invece la gara viene omologata e i voti vengono assegnati si calcola il risultato della partita normalmente tenendo sempre in considerazione la regola del giocatore non giudicato nel caso la partita sospesa sia un recupero.
Partita interrotta e rigiocata successivamente dal minuto di interruzione:
si considerano entrambi i tabellini (anche per i bonus e i malus) e tutti i voti della Gazzetta. Se un giocatore viene valutato due volte, il secondo voto sostituisce il primo. Se il secondo voto è s.v. (non trasformato in seguito a bonus o malus, come per esempio s.v. + espulsione) si usa il primo. Se un giocatore non viene mai giudicato si ricorre alla panchina e, qualora questa non fosse disponibile, si assegna al giocatore un voto pari a 6.

Articolo 14 - Classifica
Se a fine campionato due o più fantasquadre dovessero essere a pari punti, per determinare la posizione in classifica si valuterà: punti fatti negli scontri diretti, somma fantapunti negli scontri diretti, differenza reti negli scontri diretti, reti segnate negli scontri diretti, somma fantapunti generale, differenza reti generale, reti segnate in generale. In ogni caso le squadre a pari punti divideranno in parti uguali i premi eventualmente conseguiti.
L'ultima classificata non si qualifica per la Coppa Italia della stagione successiva.

Articolo 15 - Premi
Per iscriversi al campionato e alle coppe ogni presidente versa 50 euro per un montepremi totale di 440 euro che, al termine della stagione verrà così suddiviso:
170 euro alla 1a classificata
90 euro alla 2a classificata
50 euro alla 3a classificata
50 euro alla vincitrice della Coppa Italia
10 euro alla finalista di Coppa Italia
20 euro alla vincitrice della Supercoppa di lega

Articolo 16 - Supercoppa di lega
La Supercoppa di lega si svolge la prima giornata del campionato e vede impegnate la fantasquadra campione in carica e la fantasquadra vincitrice dell'ultima edizione della Coppa Italia. Nel caso in cui una fantasquadra abbia vinto entrambe le competizioni, parteciperà alla Supercoppa la finalista dell'ultima edizione di Coppa Italia.

Articolo 17 - Cambio di presidente
Il presidente che rileva una squadra mantiene il budget e i giocatori che il presidente uscente ha lasciato.

Articolo 18 - Giocatori di serie A e partite recuperate
Se un giocatore gioca il recupero di una partita di serie A, affinchè il suo fantavoto sia valido, il giocatore non deve aver fatto parte di una squadra che ha già giocato la sua partita della stessa giornata indipendentemente dal fatto che lui sia o meno sceso in campo.
Esempi: 1) rinviano le partie A e B della giornata N. Un giocatore impegnato nella partita A viene ceduto a una delle squadre della partita B. Gioca il recupero B, il suo fantavoto è valido.
2) rinviano la partita B della giornata N ma giocano regolarmente la partita A. Un giocatore impegnato nella partita A viene ceduto a una delle squadre della partita B. Gioca il recupero B, ma il suo fantavoto non è valido indipendentemente dal fatto che abbia o meno partecipato alla partita A.